Hit enter after type your search item
Mamme TV

Blog mamme, papà e figli

Home / Rubriche / Mamme Blogger (e qualche Papà) / Mamme.tv parla con Lara Rigo di Nasce Cresce Rompe

Mamme.tv parla con Lara Rigo di Nasce Cresce Rompe

/
/
/
408 Views

Una sera stavo su Twitter e tra i vari cinguetti, mi è saltato all’occhio quello di Lara Rigo una mamma blogger di Verona. Mi ha incuriosito, soprattutto il titolo del suo blog “Nasce, cresce e rompe”!
Ho iniziato a leggere con piacere i suoi post e a seguire il suo blog (ormai sono diventata un’appassionata di mommy blog che ci posso fare?)
Ho deciso così di conoscerla, un po’ meglio e di fare una chiacchierata con lei! Lascio a lei la parola!

Come è nata l’idea di aprire un mommy blog?
Prima della nascita di mia figlia non sapevo neppure che esistessero! Poi, nelle notti in bianco dei primi mesi, navigare per i blog in cerca di informazioni, consolazione, contenuti interessanti mi ha fatto capire che ero meno sola. E siccome avevo anch’io tante cose da dire, il giorno che mia figlia ha fatto 6 mesi ho aperto il mio blog! Lo scopo iniziale era quello di confrontarmi con altre mamme giovani e inesperte come me; nel tempo il blog si è evoluto insieme a me e ho iniziato io stessa a dare consigli dall’esperienza che faccio giorno per giorno, mettendomi in discussione e chiedendo l’opinione di chi mi legge. All’inizio di gennaio 2015 ho dato una rinnovata al blog che mi ha tenuta impegnata quasi una settimana ma ne è valsa, credo, la pena.

chisono-17Come ti è venuto in mente il titolo “Nasce cresce e rompe”?
Nel pieno del post partum, sentendo lo slogan di una nota marca di pannolini, e guardando alla mia situazione, mi venne spontaneo rispondere in tono acceso: “Macchè nasce, cresce, corre… nasce, cresce… ROMPE!”. Prima o poi mi citeranno per danni all’immagine, lo so.

Durante la Festa della Rete di Rimini di settembre hai partecipato come speaker al panel sulle giovani mamme blogger, che esperienza è stata?
È stata una bella sfida: io ho sempre preferito esprimermi attraverso la scrittura piuttosto che la parola orale per cui trovarmi a parlare davanti a un pubblico esigente come quello di Rimini non è stato facile. Però, come ogni cosa, è stata una prova che mi ha permesso di misurare i miei limiti e di capire chi sono e cosa sto facendo. Alla fine ho detto cose abbastanza banali, credo, ma sono contenta di aver superato una delle mie più grandi difficoltà.

Abiti a Verona, è una città mommy friendly? Ci vuoi raccontare in cosa consiste l’avventura di VeronaCheMamme?
Verona è una città family friendly ma non sa di esserlo, per questo motivo ho aperto il sito VeronaCheMamme!, il primo portale che parla di eventi, famiglia e genitorialità a Verona. Nasce dalla mia esigenza come mamma di reperire le informazioni durante e dopo la gravidanza: siccome non c’era un unico punto di riferimento, ho deciso di crearlo io. VeronaCheMamme! è diventato un progetto lavorativo importante, mi porta via gran parte della mia giornata di lavoro perché seguo personalmente ogni singolo aspetto, dal commerciale alla scrittura dei contenuti al reperimento delle informazioni.

Come è andata quest’anno al Mamma che Blog, ho letto che sei una veterana!
La prima volta che andai al MammaCheBlog fu nel maggio 2013 e non me ne sono più staccata (ho all’attivo 4 edizioni). Fu un evento indimenticabile perché mi ha fatto tastare con mano la vera forza della rete: conoscere chi sta dietro quel nickname o quel blog e confrontarsi, ascoltare professionisti parlare di tematiche affini, capire finalmente cosa volevo fare e come. Tutto questo e molto altro è stato il McB per me e non smetterò mai di consigliarlo a tutte le mamme blogger perché è un’occasione di networking incredibile, e poi ci si diverte come pazze!

Ho letto in diversi post che vai molto spesso agli incontri della Chicco con Tata Francesca? Cosa ne pensi dei suoi consigli?
Ecco potrei essere definita la sua stalker ormai :−) ho avuto la fortuna di incontrarla quattro volte per vari motivi, non solo legati a Chicco, e ogni volta riconfermo la mia opinione su di lei: credo che sia una delle persone più chiare, trasparenti e positive che io abbia mai conosciuto. Starei ad ascoltarla per ore, perché è davvero come appare in televisione. La cosa che più mi ha colpito è quanto lei tiene al contatto con le persone, e con i genitori in special modo: infatti cura personalmente i suoi account social e risponde sempre a qualsiasi domanda.

banner-vcm-quadrato-02Come è il tuo rapporto con le altre mamme blogger?
Come con le mamme “offline”! Con alcune ci vado d’accordissimo e sono diventate amiche strette con cui mi confido e mi scrivo tutti i giorni, con altre non c’è molto dialogo, ma rientra tutto nelle normali questioni interpersonali. In ogni caso, ho sempre trovato un appoggio, un aiuto, un consiglio e con alcune ho instaurato rapporti profondi sia personali che lavorativi: il bello della rete è anche questo!

Che consigli hai da dare alle altre mamme?
Di consigli ormai è pieno il mondo, infatti ne fuggo volentieri se possibile! Il mio nuovo motto, che riporto anche sul blog, è “Non ho risposte ma mi piace lasciare aperte domande” e spiega un po’ la mia filosofia: non ti dico cosa devi fare, ti dico come ho fatto io e se ha funzionato o meno, poi ognuno è libero di accettare e seguire la mia strada o prendere la strada opposta. Non sono certo io quella più adatta ad indicarla, soprattutto nel campo genitoriale dove ogni cosa alla fine è sempre soggettiva perché ogni bimbo e ogni mamma sono diversi e unici.

foto: © Lara Rigo

This div height required for enabling the sticky sidebar