crescere giocando

Halloween, una festa per i bambini

Il termine “Halloween” è associato, generalmente, a due situazioni diverse: la tradizionale festa popolare che si celebre la sera del 31 ottobre e la celebre saga horror iniziata con il film di John Carpenter. La paura e il senso del mistero costituiscono soltanto lo sfondo della festa, a differenza del film, che ha come obiettivo quello di suscitare ansia e stati d'animo forti nello spettatore. Nella tradizione popolare, Halloween prevede la fusione di ironia e senso del “macabro” ed i protagonisti, forse assoluti, sono i bambini.

Sono proprio loro a divertirsi maggiormente, grazie a l'atmosfera di magia, spensieratezza ed un pizzico di mistero. Per i bimbi, questa festa vuol dire dolciumi, gadget e, soprattutto, costumi. Chiaramente gli Stati Uniti costituiscono il Paese più attaccato ad Halloween, ma anche in Italia, ormai da diverso tempo, si sta facendo strada sempre più. Non è un caso isolato quello che vede i bambini chiedere ai genitori di decorare la casa e di creare, perciò, una bella atmosfera di festa. Poi c'è la questione della scelta del costume, con streghette, vampiri e mostri di vario tipo tra i preferiti. Il tradizionale “dolcetto o scherzetto” è ancora poco utilizzato in Italia, ma parecchie sono le feste in programma che attirano tanti giovani, ed alcune di queste sono dedicate esclusivamente ai più piccoli. I bambini si divertono la sera di halloween, ma occorre prestare attenzione. Qualcuno di loro, infatti, potrebbe trovare in tv proprio il film di Carpenter, tra i più trasmessi durante quella notte, e spaventarsi parecchio, questa volta veramente!

La nostra pagina Facebook