le prime pappine

Omogeneizzati sì, o è meglio lasciar perdere?

Omogeneizzati sì, oppure no? Meglio dare al piccolo gli omogeneizzati o, magari, carne, frutta e verdura fresche, chiaramente frullate?

L'omogenizzato è quell'alimento per i neonati, o per i bimbi al di sotto dei tre anni d'età, costituito da carne, pesce, verdure, frutta, che garantisce l'essenziale nutrimento.
Sì, ok, ma sono da preferire questi omogeneizzati, oppure meglio lasciar perdere? Rispondere non è poi così semplice...
Gli omogeneizzati, per quanto siano prodotti industriali, offrono diverse garanzie di sicurezza, ad iniziare dalle materie prime impiegate, che le aziende specializzate selezionano con molta cura. Tutti gli alimenti per l’infanzia vengono sottoposti, infatti, a rigidi controlli di igiene, soprattutto per quanto riguarda la questione coloranti e conservanti. Quindi, se il tempo dovesse essere tiranno, non sarebbe male ricorrere ai vari omogenizzati in commercio.
Passando adesso al cibo fresco, ovviamente è necessario seguire bene la tabella alimentare proposta dal pediatra, in modo da sapere quando è opportuno introdurre i vari tipi di alimenti.
Poi, è bene sottolinearlo, ogni bambino è diverso da un altro. Quindi, pure qui il pediatra può indicare cosa è opportuno fare, che cibo prediligere e così via... Infine, mai seguire i consigli, anche se premurosi, di parenti e amici. Ciò è valido, senza dubbio, per le medicine, ma anche per gli alimenti da dare ad un bambino, per giunta piccolo!

La nostra pagina Facebook