apprendimento in ogni senso

È cominciata la scuola facciamo un breve calcolo dei costi!

Il 12 settembre sono cominciate le scuole e su Facebook c’è stato il delirio. Nei vari gruppi di mamme venivano pronunciati sentimenti contrastanti: c’è chi era triste che i loro pargoletti non erano più a casa con loro, chi al contrario era felice di poter riavere un po’ di tempo per sé stessa, dopo tre lunghi mesi di pupi 24h non stop!

Tutti i bimbi sono andati felicemente a scuola e con loro se ne sono andati anche i vostri soldi dal portafoglio per comprare tutto il kit indispensabile per farli studiare.
Ormai i prezzi sono alle stelle e per le famiglie italiane mandare i bambini a scuola è un sacrificio non indifferente. Basta pensare che quest’anno gli aumenti hanno raggiunto il 9% rispetto allo scorso anno.
Dagli zaini, agli astucci, dai quaderni alle matite, dalle penne ai pennarelli, per non parlare dei diari, degli album per disegnare, delle gomme, dei righelli e infine, soprattutto, dei libri.
E’ stato calcolato che per uno studente delle medie i genitori spendono ogni anno solo di libri 200 euro, che salgono a 400 per uno delle superiori!

Anche alle elementari i costi sono piuttosto sostenuti, e figuriamoci se aggiungiamo poi i costi della mensa e del tempo pieno. Insomma mandare i figli a scuola sta diventando per le famiglie italiane un sacrificio economico.
Senza contare poi che bisogna fare i conti con le mode degli zaini e di tutto il kit. Mi ricordo ancora quando ero piccola e già da Agosto la televisione faceva vedere le pubblicità degli zaini e dei diari di scuola, ti bombardavano tanto che alla fine a Settembre l’oggetto ambito era lo zaino ed il diario visto in televisione, che guarda caso era il più costoso.
Come sono andate le vostre finanze quest’anno?

La nostra pagina Facebook