corsi preparto e consigli

Il corso preparto: un’esperienza da vivere in due!

corso preparto

Siete in uno stato più o meno avanzato della gravidanza, e vi hanno parlato del corso preparto. Voi che pensavate che fosse solo roba da film americani, dove le protagoniste imparano a non urlare se hanno le contrazioni,  riescono a mantenere la calma e a fare dei respiri brevi e frequenti. Il marito è peggio di Doctor House, esce di casa con tanto di camice, già bello  e pronto! Insomma, può essere un’esperienza utile per entrambi no?
Poi deve essere veramente bello, perché nei film vi fanno mettere in dei tappetini da fitness, e voi “appanzate” imparate a respirare con vostro marito, che vi cinge le spalle!

Decidete di avventurarvi in questa esperienza con il vostro compagno.  D’altronde è così partecipe, che gli farà sicuramente piacere!

Anche perché, nel momento di emergenza dopo la rottura delle acque, è lui che deve mantenere il self control, che vi deve caricare in macchina, che mentre guida vi deve cronometrare le contrazioni, verificandone l’intensità, che vi deve tranquillizzare! Che altro? È lui che vi deve stare vicino, nel momento del parto, che deve con una mano accarezzarvi la fronte e con l’altra tenere la telecamera, per riprendere il momento della nascita del vostro pargoletto!

Questo almeno è quello che il corso preparto dovrebbero insegnare ai papà moderni giusto?! O almeno è quello che credete!
Deve essere utile anche per voi, perché se come dicono, per una donna partorire è una cosa piuttosto naturale, è anche vero, che probabilmente chi sta leggendo questo articolo, non lo ha mai provato fino ad ora!
Un conto, sono i racconti, un’altra  è vivere quel momento. Convinti di questo è  meglio andare preparati, grazie a tutti i consigli che gli esperti del settore, affronteranno nelle diverse lezioni.
Anche perché lì vi insegnano a capire i segnali del vostro corpo,  a sviluppare tecniche di training autogeno, vi imparano a “cavalcare” le contrazioni e capire, se sono quelle di preparazione o quelle vere, e a respirare come se dovete andare sottoacqua. Qui sorge un piccolo problema, voi non sapete nuotare e non sapete come si fa!
Vi parlano del parto dei benefici del parto in acqua, di quello seduti su una sedia, e voi che pensavate che si facesse distese in un lettino, non è così che fanno sempre vedere nei film?
Il corso preparto di solito è tenuto da un’ostetrica, che vi spiega una serie di tecniche utilissime che voi sicuramente ricorderete il giorno del parto, ma anche una serie di consigli che di solito vi potranno essere utili, all’indomani della nascita.
Il momento però più interessante, è quando in una delle prime lezioni, vi mettono un bel film, con una inquadratura molto esplicita, sul momento clou di come nasce un bambino!
Quello è un momento topico, vostro marito, rischia lo svenimento, lo guardate mentre sudando freddo  si è reso conto, da dove veramente escono i bambini!
Anche voi, grazie a quel film avrete, la piena consapevolezza, che allora è vero che bambini escono da lì!

A parte gli scherzi, il corso preparto può essere utile per confrontarvi, con le altre coppie e per chiedere ai medici, alcuni dubbi che avete!
Nessuno  vi può insegnare a vivere il momento del parto!
Da alcuni racconti, ho appreso che i papà del corsi preparto, avevano le contrazioni come le loro mogli, che sono riusciti a stare in sala parto grazie  a una quantità eccessiva di caffè e di Imodium!
Che il training autogeno in sala parto non ha funzionato! Però alla fine ve la sono cavata! Come è stato il vostro corso preparto?

La nostra pagina Facebook