ogni anno nuove sfide

Favole per bambini: ecco perché importante leggerle con loro

favole per bambini

Sono diversi mesi che la mia bimba, soprattutto la sera mi insegue con il suo libro delle favole per bambini e mi chiede: “mamma leggi con me”?  Senza nemmeno accorgermene mi sono ritrovata già nella fase favole della buonanotte!

E’ un momento tutto nostro, magico e pieno di amore, è una delle cose dell’essere mamma che più adoro! Certo alcune volte se fosse per lei dovrei leggere anche le istruzioni della lavastoviglie, a parte questo credo  che sia veramente un attimo bellissimo, uno di quei momenti che quando crescerà mi mancherà tanto.

Perché è importante leggere le favole ai bambini? Per sviluppare la loro fantasia e le loro capacità cognitive.
Si può cominciare già da piccolissimi, dai 6 mesi di età, già in questa fase il neonato è in grado di ascoltare,  leggere ad alta voce,  lo aiuta nello sviluppo del linguaggio. Io più che le favole per bambini, per sviluppare il linguaggio, le avevo preso dei libri di stoffa che lei poteva toccare con personaggi e forme molto elementari, le piacevano tantissimo!

Più in là sono arrivati i libri più “seri”, le storie che Peppa Pig e Masha e Orso, poi mia cognata mi ha regalato un grande libro delle favole per bambini, con tutte le principesse, che a lei piace tantissimo.

Ora la sera, quando me lo chiede, le leggo le favole della buonanotte.
Le favole sono in grado di aiutare anche le capacità emotive e relazionali, non solo, rafforzano il rapporto tra piccolo e adulto. Anche mio marito ogni tanto si mette a leggere qualche libro, mi fa veramente tenerezza!

Dal punto di vista emotivo leggere le favole ai bambini, li aiuta ad affrontare le paure, in quanto anche se c’è un personaggio cattivo, riescono a capire il senso e la morale della storia e lo affrontano con la presenza di mamma e papà.

Ci sono dei momenti ideali per raccontare o leggere le favole, se fatto con continuità, può diventare  una piccola routine.
Prima della nanna è l’istante migliore, va bene anche però negli attimi di attesa e tranquillità, magari quando si aspetta dal medico o se si è in auto e si sta affrontando un lungo viaggio.

La cosa più bella è’ farli interagire. Si può invitare il bambino a riconoscere le forme, i colori e i personaggi. Quando diventerà più grande sarà lui o lei a girare le pagine e a fare domande.  La mia ad esempio è nella fase “perché” e “mamma cos’è questo”? Il libro che più adora in questo periodo è quello di Rapunzel. Ha visto il film tantissime volte e da quando ha il libro non c’è un attimo che non chiede di leggerlo insieme. Ora ha quasi tre anni e alcune volte è lei che mi racconta la storia, la sa a memoria!

Quando vede l’illustrazione di Rapunzel piccola mi dice: “mamma guarda come me”, se vede la mamma cattiva invece mi dice: “mamma tu questa no”!!! Se posso cerco di leggerle spesso qualche libro, 10-15 minuti al giorno, sono sufficienti sia per farla felice e sia per stimolare l’apprendimento scolastico. Anche voi leggete le favole ai vostri bambini?

La nostra pagina Facebook