una nuova vita

Il magico momento delle coccole

Non so voi, ma io ho dei piccoli ricordi sensoriali delle coccole che da piccola mi faceva mia madre. La sua mano sulla schiena prima di dormire o nel viso per calmarmi. Ora che ho una bambina piccola anche io uso questi due elementi di contatto con la mia cucciola.

Il contatto tra mamma e bimbo inizia dalla pancia e si rafforza ancora di più, quando lo si prende la prima volta tra le braccia. È un incontro primordiale, fatto di odori e battiti del cuore. Il neonato immediatamente riconosce la sua mamma proprio dal suo profumo e dal cuore che ha sentito per nove mesi nel pancione.
Lo stesso vale per la mamma che finalmente per la prima volta, vede in carne ossa la sua piccola “creazione” e che da quel momento in poi riconoscerebbe tra mille!
Da qui il contatto fisico diventa un elemento che occuperà buona parte delle vostre giornate. Diventerete, la “copertina di linus” del vostro bambino. Basterà dargli la mano, prenderlo in braccio, dargli una carezza e il vostro piccolo in momenti di pianto si calmerà. All’inizio il contatto fisico è guidato dalla ricerca di cibo del vostro bimbo, con il passare dei mesi diventerà invece un momento di svago , divertimento e relax
E’ bello ritagliare un momento tutto vostro, fatto solo di coccole, durante la giornata.
Io e la mia bimba abbiamo il nostro magico momento delle coccole. Prima di andare e dormire le viene da me e mi dice: “mamma cocco-eh eh”. La prendo in braccio andiamo nel lettone, la metto sopra di me e stiamo così semplicemente abbracciate, fino a quando non si addormenta. La mattina appena sveglia invece è il momento dei bacini e delle carezze. Quando invece le cambio il pannolino è il momento delle risate con pernacchie nel pancino e solletico!
Voi invece, quando vi ritagliate un momento per le coccole?

La nostra pagina Facebook