vestitini e passeggini

Guida al biberon giusto

È il compagno di tante nottate, lo amiamo, lo odiamo, a volte lo abbiamo abbracciato e anche provato, ci ha bruciato, lo abbiamo lavato e sterilizzato. Di cosa sto parlando? Del biberon ovviamente! Non so voi, ma anche la scelta del biberon non è poi una cosa così semplice. Questo perché in commercio ce ne sono di tutti i tipi, per tutte le tasche, per tutte le tipologie ed eventi, insomma si rischia di fare confusione. Non solo,  non tutti i bimbi sono uguali e non tutti lo amano, preferendo giustamente il seno materno! 

Io sono stata fortunata perché la mia bambina sin dal primo biberon si è trovata bene. Avevo comprato quello della Mister Baby. La particolarità di questo biberon è la tettarella fisiologica ortodontica, con un sistema di compensazione aria che impedisce l’eccessiva ingestione d’aria, prevenendo le coliche e il singhiozzo! Ed effettivamente la mia bimba non ha mai sofferto di coliche e non ha mai avuto problemi di rigurgito.
Mia sorella invece, con la seconda bambina ha trovato molte difficoltà e credo che abbia comprato quasi tutti quelli che ci sono in commercio! Ancora oggi alla mia nipotina, il biberon proprio non piace!
Partendo dal presupposto che l’allattamento al seno è sempre la pratica più consigliata, se vi trovate a dover intraprendere un allattamento artificiale ecco qualche piccolo consiglio.

In commercio i più importanti marchi propongono tantissimi modelli e materiali, in plastica e in vetro con tettarella in caucciù o in silicone! Mi ricordo ancora quando mio marito andò a compare il primo biberon: la farmacista lo aveva aiutato, ma era tornato a casa più confuso di prima!
Il biberon in vetro ha il vantaggio che, trattandosi di un materiale naturale, è più semplice da sterilizzare perché resiste alle alte temperature, lo svantaggio è che però si può rompere. La plastica, invece è un materiale sintetico, è infrangibile e va sterilizzato accuratamente soprattutto i primi mesi.

Lo stesso vale per la tettarella: quella in caucciù è naturale, è più morbida e facile per la suzione, è delicata e rischia di rompersi quando il bambino ha già i dentini. La tettarella in silicone invece, viceversa è sintetica, è più dura, resiste al calore e rimane inalterata nel tempo.

Arriviamo ora ai marchi in commercio.

Chicco è sicuramente la marca più conosciuta e forse la più venduta. Il più famoso è Chicco Benessere che è venduto in varie versioni: in vetro e plastica, con tettarella in caucciù o silicone, angolare o da passeggio, insomma si adatta veramente a tutti i gusti!
Sempre della Chicco è il Natural Feeling che propone una grande novità, la tettarella in silicone morbida e una doppia valvola anticolica, non solo è a flusso regolabile si adatta alle esigenze del bambino!

La Philips propone l’Avent Classic un biberon in polipropilene senza BPA. La tettarella è stata disegnata per renderla più simile al seno della mamma, con un sistema anticolica che permette di non far passare l’aria al bebè. Di questo c’è anche la versione in vetro Philips Avent Natural garantisce rispetto al primo una migliore sterilizzazione per i lavaggi ad alte temperature.

Un altro marchio  molto amato è il MAM uno dei più apprezzati dai bambini. Le tettarelle della MAM così come i ciucci sono in grado di creare una vera dipendenza!

Il biberon MAM è proposto in tre modelli:
- MAM First Bottle: riduce il rischio di coliche, è autosterilizzante con tre semplici passaggi.
- MAM Feel Good: in vetro top- quality, è sicuro e resiste alle alte temperature.
- MAM Baby Bottle: facile da riempire e pulire e semplice da afferrare!

Un’altra marca molto apprezzata dai genitori è la NUK che propone diversi tipi di biberon:
- NUK First Choice +: in vetro e plastica, in silicone o lattice, questo modello ha come punto forte la tettarella con la forma naturale e ortodontica, ideale per l'’allattamento misto. Aiuta a prevenire le coliche ed è facile da riempire e pulire per il suo collo extra – large.
- NUK New Classic:  la forma particolarmente sagomata  rende facile la presa ed è salvaspazio, mentre la base larga offre stabilità, offre una sensazione naturale

Credo di aver concluso, voi quale biberon avete scelto? Alla prossima! 

La nostra pagina Facebook