un mondo di amore

Non credevate che fosse possibile, ma dopo l'arrivo di vostro figlio state vivendo un calo del desiderio. eppure qualcuno ve lo aveva detto, ma come al solito non ci volevate credere, questo perché non vi era mai successo prima!
Tra di voi c’è sempre stata una passione travolgente, non avete mai avuto problemi di questo genere, lo avete sempre desiderato entrambi ed è sempre stato appagante!
C’erano periodi che ogni momento era buono, così come ogni posto di casa era quello giusto, ora invece, incontrate diverse difficoltà.

Anche tu da quando sei diventata mamma sei stanca e non ha più tempo per te? Ridiamoci un po' su!
Per prima cosa ripercorriamo come era prima, eh già perchè prima era diverso.
Si sa, la vanità è donna! Sin da quando eravamo bambine eravamo incuriosite dalle mamme che si truccavano, rimanevamo ore incantate ad osservarle mentre sapientemente si mettevano il mascara o il rossetto, desiderose un giorno di poterlo fare anche noi.
Intorno ai 12 o 13 anni ci siamo avvicinate per la prima volta alla prova make up: ora non fate le vaghe, sono sicura che anche voi avevate all‘inizio un trucco discutibile, tipo rossetto che trasbordava dalle labbra, fard stile Bianca Neve e i Sette Nani e ciglia che sembravano disegnate con il pennarello.

Ok, da poco è nato il bambino, ma se venisse l'idea di metterne al mondo un altro? Se dovesse accadere, diciamo, pure per sbaglio? Una seconda gravidanza ravvicinata? L’organismo della donna, ancora provato per la prima attesa, sarà in grado di portare a termine con serenità la seconda?

Mamma giochiamo insieme? E' una di quelle domande che prima o poi arrivano. Se devo pensare alla mia infanzia mi ricordo che a giocare con me era mio padre. Ho dei ricordi di quando ero bambina, che custodisco gelosamente nel cassetto del mio cuore. Mi ricordo che aspettavo con trepidazione la domenica e il mio papà, che aveva solo quel giorno libero, ci portava in giro per passare qualche ora spensierata insieme a lui per scoprire Roma. Anche l’estate era magica, perché nonostante avesse poche settimane di vacanza, si metteva sempre in macchina, pronto ogni giorno a portarci al mare, per farci divertire. E’ sempre stato un giocherellone, ha cercato per anni (invano) di impararmi a nuotare, costruiva i castelli di sabbia e giocavamo a palla e a racchettoni. Ora che è nonno con le nipotine è una forza della natura, è sempre pronto a farle divertire e a strappargli un sorriso.

Anche a voi vi mancano le passioni e gli hobby che avevate prima? Sono sicura che non sono l’unica ... nonostante la maternità l’abbiamo desiderata, sognata e voluta con tutte noi stesse, arriva un momento in cui fanno capolino dei piccoli pensieri: "come ero prima? cosa facevo prima? quali erano i miei interessi prima?" Questo perché quando nascono, questi piccoli pargoletti, sono capaci di assorbirci completamente e, senza rendercene conto, ci mettiamo completamente in secondo piano ... sto scrivendo questo post, con lei in braccio!

In questo periodo sul web si parla molto dei bambini e i social network. Girovagando su Facebook, mi è cascato l’occhio su un post di una mamma blogger Silvia Lonardo conosciuta come Mamma Dotty, che scriveva le ragioni che l’hanno condotta a condividere on line la sua esperienza genitoriale. È un articolo molto interessante, valido e simpatico, ve lo propongo se volete leggerlo è qui! Approfondendo un po' l'argomento ho trovata invece la posizione di un'altra mamma blogger, Chiara di Ma Che Davvero, che invece ha una posizione del tutto opposta. Anche questo è un articolo molto valido se volete leggete qui!

La nostra pagina Facebook