ogni anno nuove sfide

Non sempre le mura di casa proteggono...

I pericoli non si trovano soltanto fuori casa, bensì dentro le mura domestiche e questo non solo per quanto riguarda i casi di violenza. Ecco allora che per i bambini la propria casa potrebbe diventare qualcosa pure di molto pericoloso.

Diverse ricerche statistiche indicano gli incidenti domestici come tra le cause oggi più frequenti di seri danni alla salute in età pediatrica. Non solo loro, ma anche gli anziani che risultano fragili e spesso devono affrontare la quotidianità domestica da soli. La tipologia dell’incidente domestico varia a seconda della fascia di età del bambino, tuttavia circa la metà degli incidenti capita purtroppo a seguito di una caduta da piani alti, e con questo si intende dal lettone, divano, seggioloni, ecc... Poi ci sono le ferite da taglio, le ustioni, casi di intossicazioni, soffocamento... Non bisogna sottovalutare la cosa anche perché, a differenza delle persone adulte, i bimbi non riconoscono in pieno un possibile rischio. Per ridurre il numero di questi brutti incidenti, spesso pure fatali, bisognerebbe sensibilizzare maggiormente i genitori, i familiari, ma anche le stesse babysitter. Coi bambini, infatti, tocca avere cento occhi! Non mancano, inoltre, in diverse regioni, la distribuzione capillare di alcuni opuscoli informativi per la prevenzione degli incidenti domestici nei bambini. Ma, come si dice, non è mai abbastanza.
Certo, mai farsi prendere dalla troppa ansia, però neppure pensare che la casa rappresenti il massimo della sicurezza. Non lo è per gli adulti, figuriamoci per i bambini!

La nostra pagina Facebook